Home / Senza Categoria / Club di Prodotto – Ricettività alberghiera – Accoglienza – Ristorazione

Club di Prodotto – Ricettività alberghiera – Accoglienza – Ristorazione

.  Ricettività  alberghieraaccoglienza ristorazione

  

Ho voluto mettere per prima e in particolare evidenza questa attività, sia in questa “presentazione” sia nel sito relativo al Progetto con una pagina dedicata, per diversi motivi. Innanzi tutto perché è stata la prima ed unica, a capire a fondo le necessità esposte nella e-mail precedentemente citata, quanto fosse necessario lavorare in “stretta sinergia” per realizzare che operatori turistici, produttori agro-alimentari, amministrazioni, ecc … ( ti accolgo con i servizi per i bikers, ti mando a mangiare dal ristorante vicino vicino o da chi ti può offrire i servizi che cerchi,  il ristorante ti offre il prodotto locale* e ti dice dove trovarlo, il giorno dopo vai dal produttore, fai la degustazione e compri il prodotto )  Prima ed unica a capire la necessità di poter fornire informazioni ai turisti stranieri che si rivolgevano a loro con la richiesta di quali attività potessero svolgere nelle vicinanze, conseguentemente la necessità di appoggiarsi a chi stava lavorando per realizzare un “Prodotto” che potesse essere trasmesso a chi chiedeva “info” …                                    

Non secondariamente perché  TURNOVER BAR  è quel  “salottino – Punto Ritrovo e Riferimento” ( che da sempre “La Torre Brondello” stava cercando ) per i turisti che eventualmente stessero radunandosi per effettuare una escursione in mountain bike, ritrovandosi per fare una colazione e degustazioni “sostanziosa” da bikers, approfittando per un “breefing” ( riunione informativa ) onde coordinare quanto poi sarà da realizzare outdoor  sul nostro territorio. * Mi piace mettere in evidenza, quanto scritto sulla propria locandina da TURNOVER BAR.           

“In degustazione troverete prodotti locali di Salumeria, Formaggi e Carni. Consumazione con piatti happy hour…”

 

“Quello che però noi dobbiamo offrire ai nostri potenziali clienti è un sistema di servizi” Dal momento poi che con la adesione al “CUNEO BIKE EXPERIENCE” ConiTours richiedeva ai propri soci del CLUB di PRODOTTO, proprio la garanzia che “MtbParkBrondello.Isasca”  fosse in grado di garantire direttamente o indirettamente ( con appoggio a operatori commerciali esterni al progetto ) conseguentemente “MtbParkBrondello.Isasca” ha comunicato una serie di servizi che era in grado di assicurare direttamente o indirettamente, in ossequio a quanto espresso da Bissacco precedentemente, (ti accolgo con i servizi per il biker, ti mando a mangiare dal ristorante vicino, il ristorante ti offre il prodotto locale, ti dice dove trovarlo, il giorno dopo vai dal produttore e compri il prodotto ) “MtbParkBrondello.Isasca” osservando le attività di potenziali prestatori di servizi, valutandone i possibili punti di contatto, sta cercando di favorire nuove collaborazioni e nuove sinergie tra operatori commerciali con attività diverse, nel caso specifico tra operatore nella ricettività e produttore di prodotti alimentari locali e potendo  contare da sempre sulla condivisione di Ivano Maero con le nostre attività relative a Mtb/Outdoor, considerando la grande passione e interesse di Ivano verso il mondo dei formaggi, nel momento in cui si leggeva

“Salve a tutti, mi presento, sono “Ivano Maero” l’uomo del cacio, o il re del formaggio, come qualcuno osa definirmi – troppa grazia – anche sé, un po’ di verità c’è….  ho fatto del formaggio la mia passione, la mia vita, il mio lavoro, ormai non fa più la differenza da dove ho cominciato, ormai le origini sono lontane e le cose da imparare ancora molte. I “miei” formaggi li curo personalmente, a volte mi vien pure di parlargli… ma non ditelo in giro… tutto comincia dal produttore, a volte sconosciuto, a volte di nicchia, a volte mi arrampico addirittura sugli alpeggi per conoscere nuove realtà, e quando trovo il prodotto giusto lo porto a casa e lo stagiono con cura e parsimonia, l’affinamento è cosa delicata e ogni formaggio ha sempre un impronta del tutto personale. Con questa filosofia sono stato più volte selezionato per le finali del concorso nazionale “Caseus” arrivando al secondo posto, e nel 2006 conquistando il podio assoluto. Trampolino di lancio per rappresentare l’Italia ai mondiali “Intenational Caseus Award” a Lione, gennaio 2007, rivolti al Miglior Fromager del Mondo portando a casa il Bronzo assoluto e il titolo di Campione d. Mondo di taglio. Come diceva il saggio “la buca le pà straca se sa pa d’vaca”  Buon formaggio a tutti…

Degustare 70 tipi di formaggio nella terrazza panoramica davanti a Brondello

Eccellente carrello di formaggi, con oltre 70 varietà italiane ed estere, alcuni personalmente affinati da Ivano, proprietario e profondo conoscitore dei segreti caseari. Primo classificato al Concorso nazionale “Caseus” di Roma per il miglior Carrello di Formaggi, propone vari menù degustazione con abbinamento di vini. Solo la degustazione dei formaggi vale il viaggio. Proposte anche specialità del territorio e della cucina piemontese. Consigliata la cena nella terrazza panoramica, sostituita in inverno dalla sala interna con vetrate panoramiche.

Data della visita: luglio 2011   da  cololaura – Venezia, Italia

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g1930588-d1913673-r121191077-La_Torre – Brondello_Province_of_Cuneo_Piedmont.html#

                             “Il carrello dei formaggi ed il proprietario Ivano                                rendono il mangiare qui un’esperienza eccezionale!”

202 recensioni  – Recensito 29 novembre 2011  da  Emanuele  Garziera  – Como, Italia

Siamo stati a pranzo una domenica di novembre per festeggiare il compleanno della mia ragazza vera amante dei formaggi. Su internet ho trovato questo posto, diretto da Ivano Maero, pluripremiato affinatore di formaggi e profondo conoscitore dei segreti caseari e mi sono deciso a prenotare nonostante la distanza da casa (poco più di 250 Km). Posso dire che la scelta è stata decisamente azzeccata. Al nostro arrivo ci hanno fatto accomodare in una sala con una grande vetrata ed una graziosa vista sulla porzione di valle sottostante e sulla collina su cui sorge la torre che ha ispirato nome ristorante.  La sala dominata dalla perlinatura del soffitto si presenta spaziosa e con i tavoli ben distanziati. Subito ci hanno servito dei gustosi stuzzichini e noi abbiamo ordinato due primi alla cameriera in sala che si sono rivelati gustosi e ben presentati. Poco dopo si è presentato Ivano, il proprietario, che ci ha guidati nella scelta del vino (un’ottima bottiglia, in edizione limitata e numerata nata per festeggiare i 30 anni del ristorante in seno all’azienda agricola di famiglia) e che si è poi occupato di preparare il carrello dei formaggi che è arrivato al nostro tavolo pochi minuti dopo accompagnato da un intenso profumo di fieno e latte! Il tempo di finire il primo e di far acclimatare i formaggi, provenienti sia dalle zone limitrofe che da altre parti d’Italia e dalla Francia ed è cominciata la preparazione del primo di una lunga serie di piatti ciascuno con diversi assaggi di formaggi sapientemente accostati da Ivano . Prima di servire il piatto si è sempre preoccupato di spiegare storia, provenienza, caratteristiche dei formaggi. Di tanto in tanto elargiva anche nozioni su come degustare correttamente il formaggio e su quali caratteristiche fare attenzione! Posso dire sinceramente di aver assaggiato formaggi capaci di mandare in estasi le papille gustative, incredibile un caprino avvolto nelle mele cotte, o un formaggio di vacca lasciato riposare nel mosto della birra e negli scarti della lavorazione del malto. Il risultato era una pasta con un delizioso sentore di birra che esplodeva quando assaporavi la “crosticina” formatasi sulla parte esterna. Impossibile poi non citare l’assaggio finale di Plaisentif che mi ha lasciato a bocca aperta, per modo di dire!. Buono anche il dolce finale, semifreddo con pere cotte e pepe nero.
Da notare che ad ogni assaggio ci sono stati cambiati piatti e posate e che la tempistica della degustazione viene lasciata completamente al controllo degli ospiti cosa che non sempre accade, a dirla tutta è stato lo stesso Ivano a raccomandarsi di procedere con calma ma con noi non c’era pericolo tant’è che siamo rimasti seduti per quasi tre ore!!  Cos’altro aggiungere?

Ivano Maero ha a disposizione 70 diversi formaggi, molti dei quali sono lavorati e/o affinati da lui personalmente con risultati sorprendenti e solo questo vale il viaggio. Più che un pranzo è stata un’esperienza fantastica, siamo tornati a casa veramente soddisfatti  sia per la bontà del cibo che per la simpatia e disponibilità di Ivano. Il prezzo poi si è rivelato più che onesto ed alla portata davvero di tutti, cosa non da poco considerando l’impegno ed il tempo che va dedicato alla ricerca ed all’affinatura di tutti quei formaggi.

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g1930588-d1913673-r121191077-La_Torre-Brondello_Province_of_Cuneo_Piedmont.html#

                Un saluzzese va a fare scuola ai Casari italiani                                                                                sui formaggi d’alpeggio e a suggerire spunti                                                                             per un miglior approccio alle tavole dei ristoratori  

Sarà un saluzzese, Ivano Maero, ad insegnare ai casari italiani a Rieti, insieme alla Accademia Italiana del Latte, come “presentare meglio” i formaggi agricoli, quelli d’alpeggio, in particolare quando si tratta di farli avere alla categoria dei ristoratori. Perché una miglior “raffinatezza ” di profumi e di sapori sarà certamente apprezzata sia dal ristoratore che dal cliente finale. Si andranno a presentare proprio quei formaggi definiti agricoli, senza Dop ma fra i quali i troviamo i cosiddetti formaggi di alpeggio, un paradiso per il palato degli estimatori. Una ricchezza che appartiene ad ogni area italiana dove, con il latte prodotto dalle fattorie locali, di pianura o di montagna, vengono prodotti formaggi che esprimono tutta la personalità di territori diversi. Questo evento è stato voluto e creato da Guido Tallone, fondatore dell’Istituto Lattiero-Caseario di Moretta-Agenform, che ha capito l’importanza delle produzioni locali, di quanto ancora esse debbano essere promozionate            e di come sia opportuno che le piccole Aziende Agricole inizino ad impostare delle loro strategie di mercato. Così, insieme all’Accademia Italiana del Latte e alla Associazione nazionale Casare e Casari è stato creato questo Evento che si svolgerà domani 22 febbraio a Rieti “Vendere e proporre un formaggio agricolo”.  Naturalmente Guido Tallone nell’evocare i formaggi d’alpeggio delle nostre valli cuneesi, come poteva non pensare un personaggio letteralmente “innamorato” di questi prodotti: Ivano Maero, titolare del ristorante La Torre di Brondello, già premiato da Dissapore per il suo Carrello di formaggi e che da sempre gira, studia, scova, comprende ed esalta, già nella sua cucina, tutte le migliori sfumature di formaggi più o meno conosciuti. Sarà lui quindi a tenere la conferenza su “Come valorizzare il formaggio: presentazione, tagliere, territorialità, narrazione”.  La location parte dal reatino, terra di Amatrice e Accumuli, per essere spunto di valorizzazione di questo territorio      che sta lavorando attivamente in prima persona per la propria ripresa economica e turistica.

                                                         

          Una serata dedicati agli amanti del formaggio con una degustazione insolita

Paolo Ravera Sake Sommelier insieme a Ivano Maero, esperto nazionale di formaggi,                                                                    condurranno un evento speciale da Hizumo a Fossano (CN).

Un appuntamento che stupirà gli amanti dei formaggi che, in un insolito abbinamento con il Sake, potranno sperimentare una esperienza unica. La selezione di formaggi, alcuni introvabili, unita all’arte di un Maesro Sommelier che ben conosce le sfumature di questa bevanda così ricca di suggestioni. Paolo Ravera, Owner & Manager,Chef ,Sake Sommelier, presso il Ristorante Hizumo di Fossano, ha una grande passione per la cucina fusion e nel suo locale serve solo sushi di alta qualità, moderno, innovativo. 

Ivano Maero, titolare del Ristorante La Torre  di Brondello  (CN) in Valle Bronda, è anche un esperto a livello nazionali di formaggi. Il suo carrello ha incantato lo staff di Dissapore, edizione che si occupa  del food a più livelli,  e che ha inserito il locale

al Primo posto nell’Italian Cheese Awards 2018: i formaggi migliori d’Italia, per ogni categoria.

 

Hotel “Perpoin”  in Saluzzo

+39 0175.42552     info@hotelsaluzzo.com  

Servizi per la propria clientela

. Posto INFO con WiFi in camera                                                                                                        . Affitto gratuito di 6 City Bike  ed 1 Mountain Bike                                                                      . Preparazione pranzo al sacco concordato con il cliente                                                          . Cicloofficina per piccole riparazioni                                                                                                  con posto attrezzato per lavaggio e pulizia mtb                                                                            . Deposito chiuso per bici, moto e bagagli                                                                                        . Colazione a Buffet e  Posto auto   

 

 

Comunicato dall’Hotel Griselda

“Facendo seguito al nostro incontro, sono a confermarle quanto segue: Hotel Griselda, accoglie con entusiasmo la sua iniziativa, ed è disponibile ad essere punto di incontro per gli amanti delle attività outdoor. Hotel Griselda ha investito ca 10mila euro per acquisto di 6 bici elettriche, di cui 4 da città e 2 mountain bike con 2 punti di ricarica presso l’Hotel. Le bici sono a disposizione dei propri ospiti e di persone esterne che intendano affittare i mezzi. Il sottoscritto legale rappresentante della società che gestisce l’Hotel, è vicepresidente del Consorzio turistico CONITOURS, da sempre in prima fila per la realizzazione, lo sviluppo e la divulgazione di progetti legati al cicloturismo. In tale ruolo, si impegna a presentare durante il primo CDA del consorzio, il progetto “mtbparkbrondello.isasca” da lei presentato, con l’intento di inserirlo all’interno delle iniziative promosse dal consorzio con notevoli possibilità di sviluppo conoscitivo in tutta la provincia di Cuneo. Ringrazio per la sua attenzione prestata e porgo i miei cordiali saluti.  Danilo Rinaudo”

 

   

 

 

 

 

 

 

 lelasarde@gmail.com   www.lelasarde.it Tel. +39 349 195 3207

Collocata sul versante che dal crinale spartiacque di San Bernardo del Vecchio, delimita e separa la Valle Bronda dalla Valle Varaita, scendendo verso Venasca e Piasco. Conseguentemente proprio a causa sua collocazione fuori dell’area del nostro Progetto, questa struttura risulta essere “Punto info.rmazione e Posto tappa” riferimento e servizio vitale per “mtbparkbrondello.isasca”, poiché risulta essere il punto più in quota che può essere raggiunto con mezzi di trasporto in modo da poter facilitare i turisti che intendono svolgere escursioni e praticare attività di mtb e outdoor, sulla parte alta del Progetto “mtbparkbrondello.isasca”  facilitandone il loro avvicinamento. Allo stesso tempo risulta essere al momento unica struttura coinvolta – per il settore ricettività -relativamente alla parte di Progetto che interessa territorio di Isasca, paese e comune.

Per tutti questi motivi, Agriturismo “Le Lasarde” è inserito come Punto INFO e SERVIZIO del “mtbparkbrondello.isasca” direttamente sui percorsi eventualmente collegati. Naturalmente dotata di ampio parcheggio ( anche per camper ) esternamente alla struttura, facilmente raggiungibile essendo collocata su strada comunale asfaltata,  questa struttura può essere utilizzata come BASE anche per coloro che non intendono pernottare, ma vogliono solo avere un punto di ritrovo, in cui coordinare e concordare e preparare escursione verso cui partire, per coloro che non usufruiscono di servizio “navetta” per collegamento. La  struttura offre la possibilità di lavare il proprio mtb/vtt o usufruire dei servizi igenici e/o docce, ( anche per chi è solo in transito previo eventuale accordo per l’uso dell’acqua o dei servizi ).

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + quattro =

Top